Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali

Positiva esperienza dei distretti agricoli lombardi

Buone prospettive in Lombardia in materia di distretti agricoli. “A poco più di un anno dalla nascita dei primi distretti agricoli nella nostra regione – commenta Giorgio Buizza, presidente di FODAF – si cominciano già a vedere i primi effetti concreti”. La Regione Lombardia, infatti, ha comunicato che i primi sei progetti provenienti da società di distretto sono stati presentati nell’ambito del bando della misura 124 del Programma di sviluppo rurale sull'innovazione e sulla ricerca applicata nel settore agricolo, alimentare e forestale: si attende ora l’istruttoria delle domande ai fini della concessione di finanziamenti a questa nuova tipologia societaria del settore agricolo e agroalimentare. “I distretti – precisa Buizza – rappresentano una particolare forma di aggregazione per le imprese del settore primario, basata su un concetto di cooperazione ad ampio raggio. Di fatto un distretto agricolo nasce da un accordo tra diversi gruppi di imprese agricole e agroalimentari, spesso già organizzate in cooperative o consorzi, che decidono di unirsi per realizzare economie di scala o per dare vita a progetti innovativi al di fuori della portata dei singoli partecipanti”. In Lombardia la normativa di base per la costituzione di distretti in ambito agricolo era già contenuta nella legge regionale n. 1 del 2007, ma l’iter effettivo di avvio dell’accreditamento è iniziato con la pubblicazione del decreto n. 1757 approvato dalla Direzione Generale Agricoltura nel marzo del 2010.